31 maggio 2012

WORK IN PROGRESS


Cari amici viaggiatori, ci stiamo facendo belli per voi...no, niente chirurgia estetica per ora, 
solo un bel restyling...per questo torniamo presto con un nuovo look!
Che emozione, speriamo di piacervi!


29 maggio 2012

TERREMOTO: INFORMAZIONI UTILI

di 30 magazine





La redazione di 30 magazine esprime tutta la sua solidarietà alle persone dei paesi colpite dal terremoto in questi giorni
e porge il suo augurio più grande perchè torni ad essere primavera nel cuore di ognuno e in ogni città.

Riportiamo di seguito alcune informazioni che potrebbero essere utili.

COSA FARE DURANTE IL TERREMOTO?
 http://ht.ly/bd8uR

QUALI SONO I COMUNI MAGGIORMENTE COLPITI?

Cavezzo, Medolla, Mirandola, Cento, Modena e tutta la regione Emilia.

NUMERI UTILI IN CASO DI EMERGENZE:

Cavezzo (MO) Telefono: 0535 49806
per urgenze: 329 3179600
mail: polizia.municipale@comune.cave

Per emergenze Ferrara terremoto Emilia, numeri di telefono:
0532 771546
0532 771585
0532 418756
0532 418738 

QUALE AIUTO POSSO DARE?

1) Togliere la password wi-fi nelle zone colpite dal terremoto può aiutare a facilitare le comunicazioni e i soccorsi.

2) A Medolla hanno bisogno di tende, camper, roulotte soprattutto per i bambini. Se potete metterne una a disposizione sarebbe da portare nel Parco dei Musicisti.

3) Ospitare qualche sfollato a casa propria anche solo per qualche giorno.

4) Portare cibo, pasti pronti, generi di prima necessità e qualche gioco per i bambini....

Consigli riportati da Mauro Magnani, cittadino digitale su FB.






25 maggio 2012

USA Moleskine III puntata: PRIDE AND PREJUDICE_ DUE ITALIENI NELLA METRO DI NEW YORK

di Francesca Bellemo

27 luglio 2011 - NEW YORK. Pride and prejudice


Premessa: per me hanno sempre avuto ragione gli indiani.
E già partiamo male. Perché andare in America tifando per gli indiani ti indispone di default nei confronti di tutto ciò che c'è di costruito sul continente.
Al posto di sbarcare in un festoso clima disneyano con la bandierina e l'hot dog in mano, finisce che osservi ogni cosa con disincanto e un pelo di cinismo.
"Fantastico, sono la persona giusta nel posto giusto. Non mi fregate con la menata del sogno americano" mi dico mentre come uno zombie dopo 9 ore di volo attendo in coda al JFK di essere schedata con tanto di impronte digitali di tutte e 10 le dita.


24 maggio 2012

Paris VS London


di Lydia Capelli 


" Verrà un giorno in cui anche a voi cadranno le armi di mano!
Verrà un giorno in cui la guerra vi parrà altrettanto assurda e impossibile 
tra Parigi e Londra..."

Victor Hugo
(discorso tenuto al Congresso della Pace di Parigi, 21 agosto 1849)



La rivalità vera o presunta, velata o dichiarata, dimostrata o negata tra i francesi definiti “frogs” dai londinesi e gli inglesi “roast-beef” è antica quanto insopportabile. Nondimeno questa non del tutto leggenda metropolitana perdura tuttora sotto varie forme, complici invidie secolari, battaglie di supremazia, maldicenze reciproche.

La fase millenaria delle relazioni deleterie tra Francia e Regno Unito si vuole conclusa con la battaglia di Waterloo che segnò la fine delle guerre napoleoniche e l’inizio di un tiepido rapporto “cordiale” siglato a inizio ‘900. 

Hannibal Lecter all'ora dell'aperitivo...


photo by Shakeel





"Un uomo solo a trent'anni è un single, un figo, c'ha  la sindrome di Peter Pan. 
Una donna a trent'anni sola è additata 
come Hannibal Lecter all'ora dell'aperitivo".

Geppi Cucciari, Zelig Circus, 2005

23 maggio 2012

CORAGGIO

di 30 magazine 
 
In questo momento in cui il Paese ha bisogno di grande coraggio, vogliamo farci guidare 
dalle parole di due uomini che, a vent'anni dalla loro scomparsa, rimangono esempi e 
modelli per ogni cittadino onesto e libero.. 

 
 
"Chi tace e chi piega la testa 
muore ogni volta che lo fa, 
chi parla e chi cammina a testa alta 
muore una volta sola".
  Giovanni Falcone
  
 "E' normale che esista la paura in ogni uomo,
l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. 
Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, 
altrimenti diventa un ostacolo che impedisce
di andare avanti".  
 Paolo Borsellino 

22 maggio 2012

Tutti i nostri desideri

            Lydia Capelli ci parla del nuovo film di Philippe Lioret: " Tutti i nostri desideri"



Liberamente ispirato a “Vite che non sono la mia”, recente romanzo di Emmanuel Carrère (scrittore e sceneggiatore francese, autore de “L'avversario” e regista di “L'amore sospetto”), “Toutes nos envies”, in Italia “Tutti i nostri desideri”, è il nuovo film di Philippe Lioret, uscito nelle sale italiane lo scorso 11 maggio.

Chi ha amato la storia commovente del giovane clandestino iracheno che ha attraversato l'Europa e la Manica a nuoto per raggiungere la sua ragazza in Gran Bretagna nel film precedente “Welcome”, non può perdersi questo piccolo grande capolavoro.
Da un film come “Welcome”, tristemente attuale sulla mercificazione e desolazione delle vite e sull’inerzia delle istituzioni in tempo di crisi nell'Occidente contemporaneo, si è passati con “Toutes nos envies” alla natura dei desideri, ai luoghi meravigliosi e imprevisti dove, a volte, essi si nascondono. In entrambi i film, la determinazione di un singolo, l’amicizia e l’amore derivanti da un inaspettato incontro riscattano ogni diffidenza, intolleranza e pregiudizio.
La sopraffazione del più debole, le paure ingiustificate, le bassezze e gli egoismi suggeriscono al regista francese, che riesce a illuminare col cuore ogni storia, la possibilità di ogni essere umano di ritrovare sè stesso nell'altro conservandone lo spirito, la compassione e l’empatia.
Vincent Lindon (Chaos-2001, L'amore sospetto 2006), affiancato dall’altrettanto brava Marie Gillain (Harem Suare-1999 di Ferzan Özpetek, L'enfer-2005, Coco avant Chanel-L'amore prima del mito-2009), regala un’interpretazione intensa, magnetica, strepitosa.
In questi tempi in indubbia incertezza “Toutes nos envies” è uno di quei film che necessita di essere visto, commentato, non dimenticato.

21 maggio 2012

CHEESECAKE

di Giulia Bottacci

Questa è stata la prima vera prelibatezza che ho cucinato tutta da sola, raccogliendo i complimenti di tutti; la ricetta che ha dato inizio al mio personale quaderno di ricette,  sul quale riporto solo quelle ricette che meritano davvero un posto lì dentro. Quelle che superano il giudizio sempre critico di mio marito, oltre che a quello degli altri. Insomma quelle ricette che quando ho persone a cena, con le quali devo fare buona figura,  so che proponendole, come si dice da noi “casco sempre da ritta”, ovvero il risultato è sempre ottimo, e finisce che scrivo la ricetta di quel che ho cucinato ai miei ospiti. 
Questa ricetta penso di averla passata a un sacco di persone, addirittura una mia carissima amica l’ha data a sua mamma che ha una forneria, la quale la prepara e mette in vendita. Beh!! 
Una bella soddisfazione no? E devo ringraziare la mia collega Daniela, insuperabile cuoca e mia fonte di conoscenza culinaria (e non solo), che una volta la portò in ufficio e ci stregò tutti.
E’ una bella bomba calorica eh, ma insomma la vita è così amara a volte, addolciamocela un po’…e senza rimpianti.



CHEESECAKE

INGREDIENTI:

  • 3 uova
  • 9 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di farina
  • 125g di burro
  • una stecca di biscotti secchi tipo orosaiwa
  • 500ml di panna fresca
  • 250g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
  • una bustina di vanillina

18 maggio 2012

USA Moleskine 2° puntata: HONEY MOON, HONEY WHEEL

di Francesca Bellemo



Indiani e cowboys, i tanti libri letti quell’estate del 97 nella casa di montagna di Fiera, con i nonni. Le puntate, a memoria, della Signora del West, il maglione di lana fatto a ferri davanti alla tv. Gli stivali texani comprati nel '98 in quel negozietto a Venezia. Il massacro dei nativi e la mia guerra aperta con il generale Custer. L’acchiappasogni. Balla coi lupi. E poi i cd di musica country, i primi regali fatti a Marco, il cravattino. I Fragile e John Denver. “Stand by your man”, “Sunshine on my shoulders”, “Take me home country roads”.

17 maggio 2012

Futuri trentenni di 30



30 magazine è lieto di dare il 
 benvenuto a due piccoli nuovi viaggiatori che le nostre 
Claudia e Myriam hanno da poco  regalato a questo mondo..


Forza,  Francesco e Benedetta, zaino in spalla e via!!

16 maggio 2012

Roma 13 maggio 2012: La Marcia per la Vita

di Laura Montorio


Sabato 13 maggio 2012 a Roma si è svolta la Marcia per la Vita. Un nostro amico e inviato speciale, Riccardo Carrara, ne ha preso parte insieme ad un gruppo di giovani padovani. Chiediamogli allora com'è andata questa esperienza e che cosa si è portato a casa.




Ciao Riccardo, sei il nostro primo inviato speciale! Sei contento? 
 
Inviato speciale? Che parolona... sono solo uno dei tanti giovani che domenica 13 maggio 2012 ha partecipato alla seconda edizione della Marcia per la Vita a Roma, la nostra meravigliosa e così importante capitale. Un giovane che ha vissuto, insieme ad altre 15 mila persone, un fine settimana diverso dal solito, che porterò nei miei ricordi per lungo tempo.

Puoi dirci che cos'è la Marcia per la Vita?

Voglio spiegartelo in un modo semplice. La definirei una passeggiata speciale. 
Il primo termine riguarda il fatto in sé, la parte esteriore (passeggiata). Il secondo invece rappresenta il contenuto (speciale). 
La Marcia è, infatti, una camminata per le vie della città. In questo caso due orette, passo dopo passo, dal Colosseo fino a Castel Sant'Angelo. In testa uno striscione con il titolo dell'iniziativa, subito seguito da un trenino pieno di bambini e poi tante altre persone. Prova ad immaginare la scena: medici con il proprio camice bianco, bambini con in mano palloncini colorati, adulti con in braccio altri piccini, altri che reggono striscioni, bandiere... poi sacerdoti, suore, monaci tibetani, giovani provenienti dalle varie regioni d'Italia e tanti altri provenienti dall'estero... perfino dalla Nigeria e con i loro vestiti tipici e dai colori vivaci! Che bellezza!

15 maggio 2012

30, 31, 40




Fino a trent'anni, se ne hanno sempre venti. 
Dopo i trent'anni, se ne hanno quaranta.

Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

14 maggio 2012

MAIONESE FATTA IN CASA

di Giulia Bottacci
 
Avete mai guardato dietro la confezione della maionese quanti ingredienti ci sono? 
E per di più con nomi strani? E sapete quanti ingredienti ci vogliono per farsela da soli? 
Solo tre, e per di più ingredienti che di normale sono nella dispensa di ogni casa, ovvero uova olio e limone. 
In casa mia veniva fatta molto spesso, in primis da mia mamma, le veniva buonissima e oltretutto la faceva a mano con il cucchiaio (c’ho provato, ma lasciamo perdere, credo di aver risvegliato la mia tendinite al polso, con il risultato di dover buttare via tutto), e poi mia nonna che quando faceva l’insalata russa o l’insalata di pollo la faceva solo con la maionese fatta in casa….mhmmmm ancora mi viene l’acquolina in bocca. 
Ad essere sinceri il sapore con quella confezionata è imparagonabile, non mi spiego cosa ci possono mettere dentro per dargli un sapore così diverso, buono eh, ma nulla a che vedere, e poi vogliamo parlare della soddisfazione di servire, magari con il bollito, una maionese fatta da voi? 
 
 
MAIONESE FATTA IN CASA

INGREDIENTI
  • un uovo
  • ½ limone
  • 350 ml di olio
  • un pizzico di sale

12 maggio 2012

Aspettando l'autobus


da Dennis Cipolato per 30 magazine

LIGURIA
...aspettando l'autobus per La Spezia; non potevo non fotografare questo tramonto.

11 maggio 2012

USA Moleskine: 1° puntata

30 magazine è entusiasta di presentare il diario USA Moleskine della nostra viaggiatrice Francesca Bellemo.
Ogni settimana pubblicheremo le varie tappe del suo viaggio, ricche di informazioni utili, di riflessioni, consigli e curiosità. 
Pronti per salire a bordo?



USA Moleskine 

di Francesca Bellemo

Il diario di viaggio del tour negli Stati Uniti realizzato per il nostro avventuroso viaggio di nozze. Ho iniziato a sognarlo quando avevo circa 15 anni, ma solo quattro mesi prima di partire ho inziato a tracciarne il percorso, studiando itinerari e fermate che corrispondessero ai nostri gusti, ai nostri sogni...
Un viaggio personalizzato alla ricerca dell'identità americana dalle vie di Manhattan ai deserti dell'Arizona...

"East & West" TOUR negli STATES
Il programma: 26 luglio -11 agosto 2011

 

10 maggio 2012

NUZIALI TRADIZIONI

di Paola Zapparoli

photo by Neverland Photography
E' capitato a tutte, specie in questo periodo dell'anno: quando ci passa per le mani una rivista o una brochure che parla di matrimoni, ci tuffiamo subito nella lettura. Quasi sempre, però, tra i consigli per i fiori e l'acconciatura glamour, spunta il terribile conto alla rovescia.
Ovvero, la lista di cose che la sposa deve fare un anno prima, sei mesi prima, tre mesi prima e via via fino al giorno del lieto evento. Un tale elenco di impegni a ritmo serratissimo da far venire l'ansia anche ad una che il fidanzato non lo trova neanche a pagarlo o ad una signora felicemente coniugata da vent'anni.
Per non parlare delle tradizioni, che finiscono per ipnotizzare anche le meno superstiziose tra le future spose.
Ma se pensate che siano molte qui da noi, ecco un excursus di alcuni costumi matrimoniali nel mondo.
Partiamo dall'Europa, e in particolare dall' Inghilterra, sempre prodiga di tradizioni adottate anche nei nostri matrimoni.
E' proprio dal loro detto ”Something old, something new, something borrowed, something blue and a silver sixpence in her shoe” che abbiamo infatti attinto affinchè la sposa abbia qualcosa di vecchio, di nuovo, di prestato e di blu, con l'eccezione dei 6 pence, portatori di ricchezza, che sono stati sostituiti da 'qualcosa di regalato'. 
Perfino l'usanza inglese delle damigelle della sposa, vestite con abiti uguali scelti proprio da lei, inizia a prendere piede anche da noi. In realtà, pare tragga spunto da un'antica credenza secondo la quale, nel giorno delle nozze, orde di spiritelli cattivi cercano di insidiare la sposa per rovinarle la festa. Ecco perché arrivano in soccorso le damigelle abbigliate con colori sgargianti, che confondono le idee ai diavoletti e salvano la cara amica.

9 maggio 2012

A 30 anni...


photo by Davide Allegri
  
" A trent'anni non si hanno delle pene infinite, 
perché si ha ancora troppa speranza, 
e non si hanno più desideri esagerati, 
perché si ha già troppa esperienza ".
Pierre Baillargeon, Commerce, 1947

8 maggio 2012

MAMME IN CORSA

di 30 magazine



Segnaliamo una simpatica iniziativa che si terrà a Roma in occasione della festa della mamma, domenica13 maggio 2012.

MAMME IN CORSA è una passeggiata glamour organizzata da Pink Roma in occasione della festa della mamma per celebrare tutte le mamme di Roma e far trascorrere a tutta la famiglia una giornata all'insegna della spensieratezza e del divertimento.

Se siete interessati potete trovare tutte le info e il regolamento qui:

http://www.pinkroma.it/mamme/mamme-corsa

Invitiamo tutti i nostri lettori, amici e simpatizzanti di 30 magazine a cliccare LIKE su questo post, primo perchè è un'iniziativa carina poi perchè c'è un iPAD in palio e alla redazione di 30 magazine serve come il pane...quindi, siccome 30magazine è nostro, che ne dite di regalarci un iPAD? Eh?!

7 maggio 2012

4 maggio 2012

Un solo viaggio possibile

di 30 magazine




"C'è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. 
Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. 
Così come non credo che si viaggi per tornare. 
L'uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, 
nel frattempo, 
lui stesso è cambiato. 
Da sé stessi non si può fuggire".

Andrej Arsen'evič Tarkovskij, 
Tempo di viaggio, 1983

3 maggio 2012

ZUCCHINE TONDE RIPIENE

di Giulia Bottacci

Sono ripetitiva, ma anche per questa ricetta mi tuffo nella memoria e ricordo mia nonna e l’estate, le giornate intere trascorse con lei, mia sorella, i miei cugini tutti insieme spensierati senza scuola!!! 
E 4 bocche in più da mettere a tavola. Così mia nonna faceva dei piatti unici da leccarsi i baffi, come questo, le zucchine ripiene, non di carne ma di tonno, facili da fare più di quanto possa sembrare.
E' incredibile se le è mangiate pure mia figlia, che come le metti davanti un piatto diverso dalla pasta all’olio e dalla fettina di carne non mangia niente a prescindere, queste invece le son piaciute…sarà stata la storia che invece di zucchine erano i pentoloni magici di mago Merlino? Mah…

ZUCCHINE TONDE RIPIENE


INGREDIENTI
  • 6 zucchine tonde
  • 3 spicchi di aglio
  • uno scalogno
  • un uovo
  • una scatoletta di tonno
  • formaggio grattugiato
  • prezzemolo
  • 4 cucchiai di olio
  • sale e pepe